giovedì 13 febbraio 2014












Il pane a lievitazione naturale con patate e rosmarino  è davvero una delizia!
E’ speciale per la morbidezza, che mantiene anche per una settimana, saporito per la crosta dorata e croccante ed aromatizzato per l’aggiunta del rosmarino che ha riempito la casa di un profumo intenso ed irresistibile.
Grazie alla lievitazione naturale si ottiene un alimento davvero buono e salutare, più gustoso ed aromatico, ottimo per accompagnare qualsiasi pasto, dai salumi fino a sughi, verdure e perché no anche semplicemente da solo..nature!
Provatelo la bontà è assicurata e conquisterà subito un posto d’onore sulla vostra tavola.

Ingredienti


  • 400 gr di farina  (Antiqua Linea casa Tipo 2)
  • 200 gr di farina manitoba
  • 400 gr di acqua
  • 300 gr di patate lesse
  • aghi di rosmarino freschi q.b
  • 110 gr di lievito madre rinfrescato
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale
  • farina di semola rimacinata per la spinatoia

Preparazione


Cominciamo con il preparare un’autolisi mescolando la farina con l’acqua e lasciamo riposare 40 minuti. 
Trascorso questo tempo aggiungere le patate lesse schiacciate allo schiacciapatate, gli aghi di rosmarino tritati, il lievito madre a pezzi piccoli e lo zucchero. Infine unire il sale ed impastare energicamente per formare una palla liscia ed elastica, coprire e far riposare almeno 2 ore. Passate due ore, rovesciare l’impasto su un piano infarinato con semola rimacinata e cominciare a fare le pieghe in modo da dare forza all'impasto, portando la parte sinistra verso l’interno, sovrapponendo la parte destra e poi arrotolando su se stesso dal basso verso l’alto. Ripetere questa operazione per 3-4 volte. 
Riporre in una ciotola unta con la chiusura verso il basso, copriamo con pellicola e lasciare in frigorifero tutta la notte. Il giorno seguente, estrarre la ciotola dal frigorifero e lasciarla a temperatura ambiente 3 o 4 ore. 
A questo punto fare altre pieghe allo stesso modo del giorno prima. Arrotolare su se stesso formando un filoncino oppure una pagnotta e lasciare riposare (con la chiusura verso il basso) coperto da un canovaccio per almeno 2-3 ore direttamente sulla placca da forno. 


Una volta che sarà raddoppiato, accendere il forno a 250° e, quando sarà ben caldo, praticare delle incisioni sul pane ed infornare per 15 minuti mettendo accanto alla teglia una tazza con dell'acqua per tutto il tempo di cottura. 
Abbassare poi la temperatura a 220° e proseguire la cottura per altri 15 minuti. Trascorsi questi minuti, mettere un cucchiaio di legno in mezzo alla porta del forno per tenerla socchiusa e proseguire la cottura altri 10 minuti. Sfornare, lasciare raffreddare su una gratella.




Tempo: 22 ore Servizio per: 8 persone Complessità: Facile

Tagged: , , , , , ,

2 commenti:

Paola ha detto...

Grazie ai tuoi preziosi consigli sulla lievitazione sono riuscita ad ottenere il pane che desideravo ! Complimenti !

teresa somma ha detto...

Oh...sono davvero contenta Paola che ti sia trovata bene con i miei consigli!!!!
Buona panificazione...alla prossima!!!